A. Vanni 

La decisione del Kuwait di riaprire la sede diplomatica di Bagdad, chiusa con l'invasione delle truppe del regime di Saddam Hussein, e la presentazione da parte del nuovo ambasciatore delle credenziali, confermano ancora una volta la volontà di pace, di collaborazione e di dialogo, che ha sempre animato il governo e il popolo kuwaitiano.

Si tratta di una decisione importante che va particolarmente apprezzata anche perchè le ferite aperte con la cruente e ingiustificata invasione militare dell'agosto 1990 non sono ancora del tutto risarcite.

Essa rappresenta un contributo significativo lungo la strada, ancora non breve e certamente molto impegnativa, che deve garantire stabilità, sicurezza e pace a tutta l'area. In questo quadro è fondamentale la realizzazione di un libero e indipendente Stato palestinese. Come Associazione Italia-Kuwait apprezziamo gli atti compiuti dal governo del Kuwait e rinnoviamo al popolo kuwaitiano i sentimenti di amicizia e di immutata solidarietà.

Pierandrea Vanni, Presidente dell'Associaziazione Nazionale Italia-Kuwait

24 ottobre 2008

Vai all'inizio della pagina