Un'autobomba è esplosa all'alba a Hermel, città del Libano nord-orientale e roccaforte degli sciiti di Hezbollah, facendo 4 morti e almeno 30 feriti. Lo riferiscono i siti libanesi, spiegando che l'esplosione è avvenuta nella piazza principale di Hermel, nei pressi di un palazzo governativo e di una banca.  

L'esplosion di al-Hermel, nella valle della Bekaa, non lontano dal confine con la Siria, sarebbe stata innescata con ogni probabilità, secondo al-Arabya, da un kamikaze. L'esplosione è avvenuta nei pressi di una base militare dell'esercito.

Secondo il ministro degli Interni Marwan Charbel, quattro dei feriti sono in condizioni critiche. Si contano anche numerosi danni materiali prodotti dallo scoppio, avvenuto all'ora di punta. All'inizio del mese, un'altra autobomba è esplosa in un quartiere periferico di Beirut, roccaforte di Hezbollah e solo pochi giorni prima, il 27 dicembre, il centro della capitale era stato scosso dall'uccisione, sempre con autobomba, dell'ex ministro Muhamad Shatah - membro della coalizione politica anti-iraniana - e di altre cinque persone.

16 gennaio 2014

Vai all'inizio della pagina