KUWAIT CITY- La NATO ha invitato il Kuwait ad aderire all'Alleanza Atlantica. Dopo l'11 settembre 2001, infatti, la NATO ha allargato le sue strategie di lotta al terrorismo, rivolgendo particolare attenzione ai Paesi del Golfo. Il Generale Lupo-Dieter Loeser, Comandante dell'Istituto Universitario della Difesa della NATO (NDC), ha rivolto l'invito al Kuwait durante la conferenza generale della NATO che si è svolta all'Istituto diplomatico di Kuwait City, sottolineando l'importanza di approfondire i rapporti con l'Emirato.

Il Kuwait non è il solo Paese del Golfo cui guarda la NATO, ed è in questo ambito che il Comandante Loeser ha auspicato nuove strategie che coinvolgano direttamente il Kuwait e gli alti ranghi militari del Paese, con i quali instaurare rapporti di collaborazione. Ha fatto sapere che la NATO ha in atto programmi e misure per la lotta contro il terrorismo, la proliferazione delle armi di distruzione di massa, ma anche i cambiamenti climatici, la pirateria e il crimine organizzato. 

Il Direttore dell'Istituto diplomatico, Abdel-Aziz Al-Sharekh, ha sottolineato i rapporti sempre più stretti della NATO sia con il Kuwait che con gli Stati membri del Consiglio di Cooperazione del Golfo, in particolare sulle tematiche della sicurezza nella regione. L'Alleanza Atlantica ha già instaurato rapporti con il Kuwait in diversi settori, in particolare in quello militare e, come ha annunciato il vicedirettore della Sicurezza nazionale, Thamer Ali Al-Sabah, a breve una delegazione militare del Kuwait si recherà all'Istituto Universitario di Difesa della NATO a Roma per parlare delle iniziative in corso nella regione del Golfo. 

19 marzo 2010

Vai all'inizio della pagina