Adrian Varela 

TEHERAN - L’ayatollah Khamenei, suprema guida iraniana, ha invitato il gruppo palestinese di Hamas a continuare la sua resistenza contro Israele. In una riunione a Teheran con il leader politico di Hamas, Khaled Meshaal, Khamenei ha dichiarato il completo supporto dell’Iran ai palestinesi.

“L’unica maniera di salvare la Palestina è la resistenza, la risolutezza e la fede in Dio, assieme all’azione” ha affermato Khamenei sul suo sito web. Khamenei ha aggiunto che “la questione Palestinese va considerata come universale per il mondo e che il supporto deve essere dovere religioso e islamico”.

Puntando sull’offensiva israeliana di tre settimane sulla striscia di Gaza del gennaio scorso, Khamenei  ha intimato a Israele di sosperndere qualsiasi offensiva sul territorio sotto il controllo di Hamas. “Se il regime sionista inizia un’altra guerra contro la gente di Gaza, riceverà un colpo ancora più forte ed una sconffita maggiore” ha detto la guida suprema. 

L’ayatollah ha anche criticato alcuni paesi arabi che non darebbero tutto il necessario supporto alla causa palestina: “Il tradimento da parte dei pseudo musulmani arabi ai palestinesi è una questione veramente preoccupante”, ha aggiunto, affermando anche che il futuro dei palestinesi è radioso, nonostante “le avversità e l’oppresione”.

Per quanto riguarda Hamas, Meshaal ha espresso l’apprezzamento per il supporto dell’Iran ai palestinesi, e ha dichiarato che Hamas continuerà la sua lotta. In una recente conferenza stampa, Meshaal ha detto che i gruppi di militanti islamisti torneranno in Iran se questo fosse attaccato da Israele.

17 dicembre 2009

Vai all'inizio della pagina