I capi di Stato di Arabia Saudita Abdullah, dell'Egitto Mubarak, della Siria Al-Assad e di Kuwait Sabah Al-Sabah hanno promesso, ieri, di lavorare insieme allo scopo comune di sviluppare la loro regione. In riunione a Riyadh, la capitale saudita, i capi di Stato considerano il mini-vertice l'inizio di una nuova era, in cui i paesi agiranno insieme al servizio degli interessi arabi e in questioni essenziali, come il conflitto in Palestina.

L'incontro è stato designato per migliorare le relazioni fra Siria e Arabia Saudita e Egitto. Le ragioni dei disaccordi tra questi paesi sono da ricollegatre alla questione iraniana, e al Libano, con la presunta complicità della Siria nell’assassinio del precedente primo ministro libanese Rafik Hariri.

12 marzo 2009

 

 

Vai all'inizio della pagina