RIYADH - I capi di Stato di Arabia Saudita Abdullah, dell’Egitto Mubarak e della Siria Al-Assad saranno protagonisti oggi a Riyadh di un incontro finalizzato a migliorare le relazioni fra i tre paesi. 
Le tensioni tra Arabia Saudita e Siria sono state causate dai forti disaccordi riguardo alla questione dell’Iran, del Libano, per il presunto coinvolgimento della Siria nell’assassinio del precedente primo ministro libanese Rafik Hariri ed per il conflitto israelo-palestinese. 

L’Egitto e l'Arabia Saudita sono due dei piú stretti alleati degli Stati Uniti, mentre tra gli Stati Uniti e la Siria i rapporti continuano ad essere conflittuali, così come lo sono tra Damasco e Israele, Iraq e Libano.
La Siria, inoltre, vive anche qualche divergenza con l’Egitto e l’Arabia Saudita a causa delle modalità di dialogo usate nelle trattative con Hamas durante l'offensiva israeliana a Gaza.

Ciò nonostante l’invito al vertice dei ministri, che si terrà in Egitto, rivolto al Presidente siriano Assad, da parte del ministro degli esteri saudita è un chiaro segnale di voler rendere migliore la situazione attuale.

11 marzo 2009

Vai all'inizio della pagina