Alla presenza di S.E. 'Ambasciatore del Kuwait a Roma Ali Kaled Al Sabah, dell'assessore alle relazioni internazionali del Comune di Firenze Nicoletta Mantovani e del presidente del Consiglio Regionale della Toscana Eugenio Giani, si è svolta a Firenze l'assemblea generale dei soci dell'Associazione Italia-Kuwait, di particolare importanza anche perchè convocata alla scadenza del mandato triennale degli organi sociali.

In apertura dell'assemblea, che ha visto una numerosa partecipazione (in tutto erano presenti, o rappresentati, 95 soci), il presidente Pierandrea Vanni ha ricordato il senatore Ivo Butini, scomparso poche ore prima in ospedale, sottolineando come “ha sempre sostenuto con grande disponibilità la nostra Associazione, della quale era socio, da sottosegretario di Stato  in vari governi come  in tutti gli incarichi parlamentari e politici che ha ricoperto dimostrandosi un grande amico del Kuwait”. Vanni ha anche ricordato la professoressa Maria Luisa Stringa, presidente del centro Unesco di Firenze, che ha fatto parte per diversi anni del consiglio direttivo dell'Associazione assicurando sempre non solo il suo sostegno ma anche un importante contributo sul piano culturale.

Nella sua relazione Pierandrea Vanni ha ricordato come sin dal lontano 1990 quando è stata fondata, l'Associazione Italia-Kuwait ha assicurato ogni sostegno, prima per la libertà e l'indipendenza del Kuwait, poi per contribuire a rapporti di collaborazione e di amicizia sempre piu' intensi e ampi fra Italia e Kuwait e si è impegnata anche per far conoscere e valorizzare il ruolo importante al quale assolve il Kuwait a livello internazionale per il contrasto al terrorismo, per far crescere i Paesi meno sviluppati, per affermare vere politiche di pace.

Nel suo intervento di saluto l'Ambasciatore Ali Kaled Al Sabah, ha sottolineato gli importanti rapporti di collaborazione instaurati con Firenze, da qui la scelta di farla visitare a Dicembre dai giovani provenienti dai Paesi del Golfo che trascorreranno un periodo a Roma per incontri e approfondimenti. Una visita, ha aggiunto, che va intesa anche come apprezzamenti per le relazioni che il sindaco Dario Nardella e l'assessore Mantovani hanno instaurato sia con il Kuwait che con gli altri Paesi del Golfo e perchè Firenze, oltre ad essere gemellata con Kuwait City, è la sede nazionale dell'Associazione Italia-Kuwait.

Parole di apprezzamento per il ruolo svolto dall'Associazione sono state espresse dal presidente del consiglio regionale Eugenio Giani il quale ha ricordato l'importanza del gemellaggio fra Firenze e Kuwait City voluto in particolare dall'allora sindaco Giorgio Morales, presente all'assemblea e chiamato a presiederla, e ha aggiunto che proprio grazie all'Associazione l'amicizia fra le due città è continuata e continua con risultati apprezzabili. Si tratta di un vero e proprio modello per i gemellaggi.

Da parte sua l'assessore Nicoletta Mantovani ha portato il saluto del sindaco Dario Nardella e ha espresso apprezzamento per l'Associazione e ha confermato il suo impegno per poter organizzare a Kuwait City una esposizione della collezione di arte islamica dei Medici.

Su proposta di Pierandrea Vanni, Giorgio Morales è stato eletto per acclamazione presidente onorario per il ruolo fondamentale che ha avuto nel gemellaggio con Kuwait City e per la disponibilità e la collaborazione sempre assicurata all'Associazione in tutti questi anni. Morales, nel ringraziare, ha ricordato quanto sia stata importante e significativa la scelta compiuta a suo tempo dal consiglio comunale di Firenze in un momento difficilissimo per il Kuwait e per il mondo intero.

E’ intervenuto anche Francesco Bosi, già Sottosegretario di Stato alla Difesa che ha espresso il suo sostegno all’Associazione ha avuto parole di apprezzamento per il presidente Vanni.

L'assemblea si è conclusa con l'elezione del nuovo consiglio direttivo e degli altri organi sociali.

Ecco la loro composizione Consiglio Direttivo: Giorgio Morales, presidente onorario; Pierandrea Vanni, Giovanni Castellani, Enrico Bosi, Emanuela Ulivi, Enrico Bocci, Achille Michelizzi, Marco Cellai, Francesco Bosi, Stefano Marmugi, Stefano Ventani, Alessandro Vanni; Consiglio Revisori: Franco Paoli,  Leopoldo Gori, Pietro Burresi; Comitato di garanzia. Adalberto Scarlino, Piergiorgio Maffezzoli, Alessandro Bacci; Membro di diritto Maurizio Mancianti.

21 novembre 2016


  

 

Vai all'inizio della pagina