Il prossimo 18 maggio si aprirà a Tel Aviv la 7° edizione di un festival che simboleggia un importante punto di incontro culturale e che quest'anno sottolinea il 30° anniversario della pace con l'Egitto.
Si tratta del "Festival della Cultura della Pace", organizzato dall'iraniano Eli Greenfeld, che lo ha creato 7 anni fa e di cui è il direttore artistico.
Il Festival durerà fino al 27 maggio e non sarà realizzato solo a Tel Aviv, ma anche in altre città come Petaj Tikva, Nazaret, Tar-shija,...

Questo è un evento unico nel suo stile ed ha come obiettivo l'avvicinare culture e lingue diverse, ma è anche un simbolo di ottimismo, che ha come obiettivo la tolleranza, l'apertura verso gli altri e la curiosità verso le altre culture.
Greenfeld ha ricordato molte volte la parole di Abraham Lincoln per spiegare lo spirito del Festival: "il miglior modo per distruggere il nemico è farlo diventare amico".

Il Festival mette insieme quasi 150 artisti che si esibiranno in spettacoli di musica, danza e teatro.

15 maggio 2009

Vai all'inizio della pagina