Alessandro Vanni 

Si è tenuta ieri presso l’Auditorium de La Nazione la presentazione ufficiale del DAO on line,  tenuto a battesimo dal corrispondente dall’Italia dell’Agenzia giornalistica kuwaitiana Kuna Mahdi El Nemr, dall’Assessore alle relazioni internazionali del Comune di Firenze Eugenio Giani, dall’europarlamentare Paolo Bartolozzi e dal Presidente dell’Associazione Italia-Kuwait Pierandrea Vanni. Viene quindi “varato” DAO on line (DAO è il nome della tradizionale imbarcazione che serviva per trasportare le merci dal Golfo verso l’Oriente), e così come una barca che solcava le acque, questo nuovo strumento vuole muoversi velocemente e in modo moderno nel grande mare dell’informazione. Tramite DAO sarà possibile fornire non solo notizie e fotografie ma anche occasioni di dibattito e di riflessione sulla complessa e variegata realtà che spesso viene ricompresa sotto la generica dicitura di “Mondo Arabo”. Pierandrea Vanni ha ricordato la nascita dell’Associazione e della prima iniziativa editoriale intrapresa durante l’invasione del Kuwait, con la rivista “FREE KUWAIT”, distribuita in alcune migliaia di copie fino all’avvenuta liberazione dell’emirato.

A distanza di quasi venti anni l’Associazione si è dotata di un nuovo mezzo di comunicazione – ha continuato Vanni - per veicolare notizie nei due sensi, allo scopo di far conoscere sempre più il Kuwait, il Golfo e i Paesi Arabi in Italia ma anche il nostro Paese all’estero”. Mahdi El Nemr ha portato i saluti e l’adesione del direttore generale della KUNA e dell’Ambasciatore kuwaitiano in Italia, ricordando che “Firenze e la Toscana rappresentano per il Kuwait un punto di riferimento importante e significativo. Grazie all’Associazione in questi anni si sono sviluppati sinceri rapporti di solidarietà e amicizia”. Paolo Bartolozzi ha posto l’attenzione sui rapporti esistenti fra Parlamento europeo e Consiglio di cooperazione del Golfo -  di cui il Kuwait fa parte -  e anche di come a Strasburgo venga seguito con interesse particolare il processo in corso che porterà il Golfo a dotarsi di una moneta unica. L’Assessore Giani ha ricordato le numerose iniziative culturali ed economiche svolte dall’Associazione, tra cui l’attività nella realizzazione del gemellaggio tra Firenze e Kuwait City, esprimendo apprezzamento per la nascita di DAo on line. Ha inoltre lanciato la proposta di portare in Kuwait opere tuttora “nascoste” nei magazzini degli Uffizi per realizzare un museo “esportando” la cultura italiana.

La corrispondente del Dao dal Kuwait, Margherita Calderoni, ha infine portato una testimonianza sulla realtà dell’emirato, mentre sullo sfondo veniva presentato il portale con le sezioni nelle quali si articola.

6 aprile 2009

Vai all'inizio della pagina