Ramón González de la Peña Gil 

L'ambasciatore del Kuwait negli Stati Uniti, Sheikh Abdullah Salem Al-Jaber Al-Sabah e il Direttore Generale della Banca Mondiale Juan Jose Daboub hanno firmato lunedì a Washington un accordo che prevede la donazione da parte del Kuwait di 50 milioni di dollari alla Banca mondiale. La somma verrà destinata al Fondo Fiduciario multi-donatori per sostenere la Riforma Palestinese e il Programma di Sviluppo (PRDP), rendendo il Kuwait il terzo contributore internazionale e il maggiore del mondo arabo per tale fondo. Il Kuwait ha contribuito generosamente al fondo fiduciario PRDP con 80 milioni di dollari nel mese di agosto 2008, e il contributo addizionale consentirà un trasferimento complessivo al fondo fiduciario di 499 milioni di dollari. Tali risorse aiuteranno a sostenere la necessità urgente di bilancio dell'Autorità Palestinese (AP), fornendo tra l'altro il supporto per l'istruzione, la sanità e altri servizi sociali essenziali per il popolo palestinese e per le riforme economiche in corso.

Questo è un contributo molto significativo dal popolo kuwaitiano al popolo palestinese e siamo molto grati al governo del Kuwait e ai kuwaitiani per aver aiutato l’Autorità Palestinese e i palestinesi nel loro programma di riforma” ha dichiarato alla stampa Daboub, affermando anche che “il Kuwait ha dimostrato costantemente e sempre di più quanto si cura del popolo palestinese, non solo partecipando attivamente e sostenendo lo stato palestinese, ma anche fornendo le risorse economiche oltre alle parole”. Ha poi aggiunto che “il contributo di oggi rappresenta un lungo cammino, non solo per ciò che significa tale importo, ma anche per come quella somma di denaro potrà influenzare altri che forniranno le risorse per il popolo palestinese”.

Da parte sua, lo sceicco Salem Al Sabah ha sottolineato l'importanza di garantire servizi essenziali per il popolo palestinese, creando la base di un'economia palestinese sostenibile che porti verso uno stato palestinese sovrano e autosufficiente. Ha anche espresso apprezzamento per il lavoro della Banca Mondiale in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza. Ha poi dichiarato che questo contributo sin inquadra nel completamento dell' “impegno forte e continuo” dei kuwaitiani per il popolo palestinese in quanto è importante fornire i servizi di base dei palestinesi e stabilire il fondamento per una forte economia palestinese che potrebbe portare alla creazione di uno Stato indipendente palestinese sovrano e in grado di fornire una vita decente per la sua gente.

Questo fa parte di una serie di contributi del Kuwait per la AP sia nella Striscia di Gaza che in Cisgiordania”, ha affermato il Direttore Esecutivo della Banca Mondiale, Dott. Hasan Merza, ringraziando il Kuwait. Il Fondo Fiduciario PRDP della Banca Mondiale è stato istituito il 10 aprile 2008, quando un accordo è stato firmato tra la Banca Mondiale e l'Autorità Palestinese nel corso dei Convegni Primaverili della Banca Mondiale-FMI del 2008 nella sede centrale della Banca Mondiale. Si tratta di una componente centrale dell'impegno della Banca Mondiale per sostenere la Riforma Palestinese e il Piano di Sviluppo.

11 maggio 2010

Vai all'inizio della pagina