Alessandro Vanni 

La visita dell'Emiro Sabah Al Sabah in Italia è importante, afferma l'Europarlamentare Italiano Paolo Bartolozzi, in particolar modo per le relazioni Europa-Golfo Arabo. Bartolozzi, uno dei fondatori dell'Associazione Italia-Kuwait, afferma che la visita dell'Emiro, attualmente guida del Consiglio di Cooperazione del Golfo, ha grande significato in numerosi campi: sicurezza, stabilità, pace, commercio, economia e cultura, e che l'Italia è entusiasta di rafforzare i legami e di aumentare la cooperazione con il Kuwait.
Bartolozzi ha sottolineato che i legami fra i due paesi sono diventati più forti grazie anche al supporto dell'Italia al Kuwait durante l'invasione irachena e dopo la liberazione.
"Sheikh Sabah è una figura internazionale di altissimo livello che ha sviluppato i legami culturali, sociali ed eonomici del Kuwait con le altre Nazioni" ha aggiunto l'europarlamentare.
"Sua Altezza ha avuto un ruolo importante nelle politiche arabe e del Golfo, a nelle relazioni con l'Europa e gli Stati Uniti", ha proseguito Bartolozzi. "Sotto la saggia leadership dell'Emiro, il Kuwait continuerà ad avere un importante ruolo regionale e internazionale, persegunedo una politica di apertura e dialogo".

L'Unione Europea, come tutte le organizzazioni internazionali, considera Sheikh Sabah una figura molto abile e in grado di esprimere la grande energia di un piccolo Paese, ha concluso Bartolozzi, notando l'importanza della firma dell'accordo di libero scambio tra Unione Europea e Consiglio di Cooperazione del Golfo.

30 aprile 2010

Vai all'inizio della pagina