KUWAIT CITY - Il governo kuwaitiano ha esaminato ieri la richiesta di interrogazione contro il Ministro dell'Interno Sheikh Jaber Al-Khaled Al-Sabah e ha dichiarato che il Ministro è pronto a sottoporsi alla verifica la settimana prossima. L'interrogazione è stata richiesta per dei sospetti di incostituzionalità riguardanti molti temi. Il governo ha comunque espresso il suo appoggio al Ministro. L'interrogazione è stata programmata per il prossimo 23 giugno e prevede la possibilità di una mozione di sfiducia presentata da almeno 10 parlamentari. 
La richiesta di interrogazione è stata presentata da un parlamentare appartenente all'opposizione, il legislatore Musallam Al-Barrak. L'Emiro ieri ha chiesto che le differenze politiche non diventino occasione di disputa personale in cui non vengono rispettate le opinioni degli avversari.

La protesta contro il Ministro è nata principalmente a causa di misure troppo oppressive adottate dal sottosegretario. Questi, secondo le accuse, avrebbe adottato un numero consistente di misure violando la legge, compresa la nomina di suo fratello a capo del Dipartimento dei Periti senza essere qualificato per tale tipo di incarcio. Per affrontare la questione è stata creata una commissione competente e le decisioni saranno prese da esperti. 
Il parlamentare Mohammad Hayef ha richiesto ieri di tenere una sessione d'emergenza dell'Assemblea per affrontare il problema dell'influenza bovina e per discutere delle misure di sicurezza adottate dal Ministero della Sanità. Quest'ultima richiesta viene presentata dopo che sette persone del Bahrein, che si trovavano su un volo diretto a Manama da Washington via Kuwait, sono state dichiarate affette da influenza bovina. Il Ministro della Sanità ha affermato che nessuno dei passeggeri dell'aereo era infetto al momento dell'arrivo. Il Ministro ha comunque deciso di chiedere nuovi esami per tutti i passeggeri dell'aereo a titolo precauzionale.

16 giugno 2009

Vai all'inizio della pagina