Il patto multimiliardario firmato dal Kuwait con la società americana Dow Chemical sembra aver provocato un crescente attrito tra l’Assemblea Nazionale e il prossimo governo, dopo che il Blocco di Azione Popolare ha avvertito che proporrà un’interrogazione nei confronti del Primo Ministro Sheikh Nasser Mohammad Al-Ahmad Al-Sabah se il patto non sarà stracciato. In una lunga dichiarazione, il Blocco ha intimato al Primo Ministro di eliminare il piano immediatamente e prima del 1 gennaio, quando il patto diventerà ufficialmente effettivo, per evitare di pagare 2,5 miliardi di dollari di multa. Nella dichiarazione si dice che il Primo Ministro è pienamente responsabile del patto. Il Blocco ha anche spronato Sheikh Nasser Al Sabah ad abbandonare il progetto per la quarta raffineria ad Al- Zour, dopo che l’Ufficio per le Audizioni ha detto che il progetto non era tecnicamente ed economicamente fattibile. Il progetto prevede la costruzione della più grande raffineria in Kuwait, che dovrebbe essere operativa dal 2010.

La PIC, Compagnia delle Industrie Petrolchimiche, filiale della KPC, la Compagnia Petrolifera del Kuwait, ha firmato il patto il 28 novembre per iniziare una joint venture chiamata K-Dow Petrochemicals. La base della nuova compagnia sarà negli Stati Uniti. Il rapporto dell’Ufficio ha confermato le obiezioni sollevate dal blocco popolare riguardo al progetto “sospetto”. Il KPC a maggio ha riconosciuto 4 contratti da 8,4 miliardi di dollari a quattro aziende sud- coreane e giapponesi e un quinto contratto da 2 miliardi per costruire una raffineria da 615.000 barili al giorno. Il blocco ha chiesto al governo di adottare misure urgenti prima del 1 gennaio per fermare la joint venture con la Dow Chemical, dopo aver reso disponibili le informazioni indicate come “scappatoie e aperture che potrebbero danneggiare gli interessi nazionali e sprecare fondi pubblici”, accusandolo anche di aver firmato troppo in fretta. Il valore di mercato della Dow Chemical è diminuito da 51 miliardi di dollari dell’anno scorso ai 17 miliardi attuali. La joint venture, valutata 15 miliardi d idollari, verrà finanziata per metà dallo Stato del Kuwait.

22 dicembre 2008

Vai all'inizio della pagina